La Storia

L'edificio è anteriore al secolo XIII, ed è stato trasformato fra il 1963 e il 1964 in base alle direttive della riforma liturgica dall'architetto Marcello Peruzzi, che, senza toccare abside e cappelle laterali, rifece interamente l'unica navata esistente e ne ricavò le tre attuali, con soffitto a capriate e assiti. L'abside conserva affreschi frammentari con "Storie della vita di San Lorenzo" d'ambito fiorentino della prima metà del Quattrocento; la cappella di sinistra, pitture di Luigi Ademollo (1820-1830 circa). Ispirato ai modi di Benedetto da Maiano e Baccio da Montelupo è il "Crocifisso" ligneo dietro l'altare maggiore.

(fonte "I luoghi della fede" - Regione Toscana)